abiti-sposa-vintage-guida-matrimonio

Abiti da sposa vintage: la guida per un matrimonio dal sapore antico

Ci sono poche cose più belle del rendere protagonista la più grande passione che abbiamo nel giorno più bello della nostra vita! Per questo tutte le donne che amano il vintage e che vedono con nostalgia l’epoca vissuta dai loro nonni, non possono esimersi dall’organizzare il proprio matrimonio all’insegna del sapore retrò: ma come vestirsi per non essere da meno e per onorare il passato con rispettosa e solenne eleganza?

Insomma, quali sono gli abiti da sposa più vintage che si possano indossare nel giorno della cerimonia che ci legherà per sempre alla persona che amiamo? In questo articolo cercheremo di rispondere a queste domande con alcuni consigli, che speriamo possano tornarvi utili nella scelta del vostro vestito… e più in generale, per aiutarvi a sentirvi uniche e a trascorrere anche il giorno più bello con un irresistibile stile vintage!

Potrebbe interessarti anche:
Come organizzare un matrimonio dal sapore vintage

Com’è fatto un abito da sposa vintage e dove trovarlo

La domanda è in effetti piuttosto vaga, ma vogliamo comunque provare a rispondere con delle indicazioni di massima: un abito da sposa vintage, in linea di massima, è caratterizzato da un tessuto in pizzo; nonostante gli anni passino, infatti, il pizzo è da sempre sinonimo di raffinatezza ed eleganza; quale che sia l’epoca alla quale vorrete fare riferimento, in un perfetto abito da sposa vintage il pizzo sarà quasi sempre presente! Prima di fare qualsiasi cosa, comunque, dovrete scegliere un decennio al quale ispirarvi.

Ognuna avrà un suo particolare gusto a riguardo: se amate il Charleston e il cinema muto, allora dovrete orientarvi verso un abito ispirato agli anni ‘20. Se invece amate il jazz e i balli swing, potrete vestire come le spose degli anni ‘30 e ‘40. Nel caso amiate il rock and roll e vogliate adottare uno stile più scanzonato, gli abiti tipici delle cerimonie nuziali degli anni ‘50 sono il massimo, mentre per il ritorno all’eleganza non possiamo che consigliarvi un vestito tipicamente anni ‘60: ce n’è davvero per tutti i gusti!

Le più fortunate fra voi avranno addirittura qualche parente, magari una mamma o una nonna, disposte a prestarvi il loro vestito dell’epoca: così non solo potrete vestire genuinamente vintage, ma riuscirete anche a dare una continuità generazionale all’abito che deciderete di indossare. Non sottovalutate poi i mercatini dell’usato: spesso la sorpresa è dietro l’angolo, basta saperla trovare ed avere un pizzico di fortuna. L’ultima risorsa? Fatevi confezionare l’abito da una sarta professionista: risultato e qualità garantiti al 100%!

Abiti da sposa degli anni ‘20, ‘30 e ‘40

Lo stile degli anni ‘20 non smette davvero mai di essere alla moda: quel decennio fu magico e ancora oggi viene definito come “ruggente” per via dell’importanza che ha avuto nel campo dell’emancipazione della donna. Non a caso furono gli anni del movimento Flapper e molti stilisti – come Jesus Peiro – o firme note – Charlie Brear in primis – amano ricordarli con le loro stravaganti e bellissime creazioni: abiti dalle maniche lunghe, con gonne che scendono fino a sotto il ginocchio, abbelliti dalle paillettes e dall’immancabile pizzo.

Il decennio successivo fu per certi versi simile, anche se subentrarono delle novità non indifferenti: principalmente l’abito a colonna – o a sirena – sorretto dalle spalline a canottiera, con lunghe frange nella parte inferiore spesso decorate con fermagli e gioielli. Uno stile davvero spettacolare soprattutto per le spose che amano ballare, considerato l’effetto dei drappeggi in movimento! Un bel boa e un’acconciatura dal tipico caschetto completeranno l’opera e vi faranno sentire, per un giorno, una vera diva del muto.

Gli anni ‘40 furono il decennio della rottura, sia a causa della guerra – che ne occupò, purtroppo, la prima metà – che per il declino delle mode e delle culture musicali fino ad allora considerate in voga. Per via di queste concomitanze, gli abiti da sposa di questo periodo erano abbastanza semplici, anche se lo stile rimasto il medesimo: si aggiungevano però i guanti, un accessorio tipico, spesso realizzati in seta… perfetti per dare quel tocco di classe in più e trasformarvi in delle vere femme fatale.

Abiti da sposa degli anni ‘50 e ‘60

Finito il decennio dello swing e del Lindy Hop, arrivano gli sfavillanti anni ‘50 del rock and roll, di Elvis e dei juke-box in ogni locale: gli abiti da sposa diventano, ovviamente per chi lo desidera, più frivoli e sbarazzini. Il matrimonio informale ed allegro diventa uno standard accettato, soprattutto dalle coppie più giovani, e con esso appaiono i primi vestiti da cerimonia corti. Tuttavia, per chi vuole essere elegante a tutti i costi, gli anni ‘50 sono stati anche il decennio dei matrimoni delle grandi star!

Il più celebre fu quello di Grace Kelly, il cui abito fu realizzato appositamente da una celebre sarta di Hollywood. Chi vuole ispirarsi a questo modello può attingere a un archivio fotografico dell’epoca davvero notevole, e lo stesso si può dire di altri due celebri matrimoni delle stelle degli anni ‘50: quelli della grande Brigitte Bardot e della divina Liz Taylor! Date un’occhiata alle fotografie e ne rimarrete senz’altro ispirate. Tornando al rock and roll, c’è un altro indimenticabile matrimonio che è però avvenuto negli anni ‘60…

Ebbene sì: parliamo della cerimonia che unì a nozza Elvis Presley e la sua Priscilla, che per l’occasione indossì un baby doll in versione lunga con delle preziose maniche lunghe ornate da un elegante pizzo. La sobrietà degli anni ‘60 si nota in altre cerimonie, come le nozze di Jackie Kennedy e Audrey Hepburn: chic e minimaliste, come suggerivano le loro personalità. Allora, avete avuto abbastanza spunti per scegliere l’abito vintage? Non vi resta da fare altro che mettervi all’opera e prepararvi per il giorno più bello!