Carolina Shag

Cosa è il Carolina Shag e dove si balla?

Nel 2005, la Carolina del Nord ha eletto il Carolina Shag come la sua danza ufficiale, confermando l’importanza culturale di questa affascinante danza di coppia. Il Carolina è un ballo swing che fonda le proprie radici negli anni ’30, sviluppandosi  negli anni 40 lungo le coste della Carolina del Nord e del Sud.

In questo articolo, esploreremo le origini, la tecnica e l’importanza culturale di questo ballo.

Le Radici Storiche del Carolina Shag

Il termine “Carolina Shag” ha preso vita negli anni ’40, lungo la costa dell’oceano Atlantico a Cherry Grove Beach, in South Carolina. Secondo Bo Bryan, uno storico del Carolina Shag, il termine è stato coniato a Carolina Beach, nel North Carolina.

Questa danza è una discendente del Carolina Jitterbug e del suo predecessore, il Little Apple, una versione “bianca” del ballo afroamericano “Big Apple”, originario di Columbia, in South Carolina, a fine anni 30.

il Carolina Shag continua a prosperare nella parte sud-orientale degli Stati Uniti. È ancor oggi la danza distintiva della Carolina del nord, eseguita su beach music, un sottogenere musicale del Rhythm and Blues.

Caratteristiche e Tecnica del ballo

Il Carolina Shag è un ballo di coppia eseguito principalmente sulla beach music, un genere musicale energico e ritmato, ma può essere ballato anche su musiche country.

La danza segue un modello di sei conteggi e otto passi, eseguiti in uno slot. Il ritmo, simile al six-count Swing, si compone di triple step, triple step, rock step o viene contato come “one-and-two, three-and-four, five-six”. La base del passo include otto movimenti, con particolare attenzione ai tempi “one-and-two” e “three-and-four”.

Questa danza non mostra la minima somiglianza con altre forme che condividono la designazione “shag”, come il Collegiate shag, ormai molto ballato anche in Europa o il St. Louise shag, il quale sta cominciando ad attirare interesse anche nel vecchio continente.

Infatti, il Carolina Shag riprende molte figure e lo stile del west coast swing e del Lindy, ma con alcuni passi che somigliano alla country dance e alcuni incroci delle gambe che ricordano alcuni passi del balboa.

Anche dal punto di vista musicale il Carolina si distingue dai balli chiamati “Shag”, in quanto il Collegiate e il St. Louse vengono  ballati su musiche molto ritmate, con tempo medio-veloce e velocissimo, mentre il Carolina Shag può essere ballato sia su musiche ritmate e veloci, sia su ballad dai ritmi pacati e tempo lento.

Richiami Culturali

Il Carolina Shag, anche se meno conosciuto in Europa, è celebrato anche nell’industria cinematografica e musicale americana. Nel film del 1989 “Shag”, girato a Myrtle Beach, la danza Carolina Shag ne è la protagonista, mostrando il suo fascino e coinvolgendo il pubblico in modo vivace. Nel 1997, la band di musica country Alabama ha registrato il singolo “Dancin’, Shaggin’ on the Boulevard”, facendo riferimento a questo stile di danza e alla propria storia di esibizioni lungo le coste della Carolina.

Conclusione

Il Carolina Shag è molto più di una semplice danza; è una forma d’arte che incarna lo spirito della Carolina del nord e del Sud. Con la sua storia ricca e la sua tecnica unica, questa danza continua a catturare cuori e menti dei cittadini americani, dimostrando il suo fascino senza tempo. Oggi è riconosciuto nelle competizioni di danza nazionali e internazionali, testimoniando la sua influenza duratura nel mondo della danza.

E tu? Ti sei lasciato affascinare dalla complessità ritmica del Carolina Shag? Se non lo hai ancora fatto t’invito a guardare un esibizione che ti lascerà senza fiato!

Lasciati trasportare da quest’esperienza di movimento e di ritmo e chissà che un domani anche tu non inizierai il tuo primo corso di Carolina Shag!

Se invece balli già altre danze swing, ti consiglio di dare un’occhiata al nostro straordinario shop Millelire; nella sezione scarpe swing troverai sicuramente le più adatte al tuo stile!

Continua a seguire il nostro blog per altre novità sulle danze più travolgenti del ‘900!