frac-abito-vintage-uomo-come-indossarlo-quali-accessori

Il frac, abito vintage da uomo: come indossarlo e con quali accessori

L’eleganza è sempre il primo pensiero per ogni amante della cultura vintage e per tutti coloro che sentono di appartenere ad altri tempi. Gli abiti eleganti sono senza dubbio una delle cose che più di tutte riescono a rievocare l’immagine di un passato magari non troppo lontano, ma da molti purtroppo dimenticato: un’epoca di grandi serate di gala, feste e balli a ritmo di musica jazz e swing. E se c’è un abito che più di ogni altro è sinonimo di eleganza, grazie alla sua sagoma perfettamente riconoscibile ed al suo aspetto regale, quello è senza dubbio il frac: un abito maschile che richiama il concetto di vintage come poche altre cose. Ma qual è la storia di questo peculiare indumento, in base a cosa si dovrebbe scegliere e in quali occasioni andrebbe indossato? Scopriamolo assieme.

La storia del frac, l’abito maschile vintage ed elegante per eccellenza

Sebbene dal Novecento ad oggi il frac sia considerato sinonimo di eleganza, all’epoca della sua invenzione le cose erano ben diverse. Anzi, si può quasi dire che fosse l’esatto contrario: la genesi dell’indumento in questione ha infatti come scenario la campagna inglese, più o meno alla fine del Settecento. Qui il cosiddetto frock coat (che possiamo tradurre letteralmente come “tonaca”) era un abito in pelle o in lana che veniva utilizzato dai contadini: il suo aspetto era già piuttosto simile a come lo conosciamo oggi – corto sulla parte anteriore e munito delle due tipiche code su quella posteriore – ma il suo scopo non era certo quello di conferire eleganza, quanto invece una certa comodità nel movimento.

Per un certo periodo divenne un capo di tendenza soprattutto tra i più giovani, che lo ritenevano un indumento trasgressivo e lontano dai soliti vestiti della tradizione; l’inversione di tendenza ebbe inizio nei primi anni del secolo successivo, ovvero all’inizio dell’Ottocento: il frock coat divenne il frac che tutti noi oggi conosciamo grazie al primo dandy della storia, il celebre Lord Brummel. Costui cominciò a vestire una sua particolare variante del frac, blu e a doppio petto, con un gilet a bella vista che copriva un’elegante camicia dal collo alto; la cravatta bianca ne completava degnamente l’outfit.

Nel corso del secolo furono molti i nobili e i benestanti che adottarono questo look, con una certa predilezione per il colore nero; l’evoluzione successiva dell’abito avvenne grazie a un altro reale, ovvero Edoardo VII: fu proprio lui ad introdurre per primo la moda del tenere sempre aperto il doppiopetto, trasformandolo definitivamente nel capo che tutti noi oggi conosciamo. Nei primi anni del Novecento il frac si è ulteriormente confermato come l’abito delle grandi occasioni per eccellenza, diventando una variante sofisticata dello smoking nonché il capo tipico dei grandi direttori d’orchestra e delle big band dello swing.

Consigli di stile: come indossare un frac senza commettere errori

Come nel caso di molti altri capi eleganti, anche chi desidera indossare un frac dovrà fare bene attenzione a seguire un codice preciso, per evitare di incappare in figuracce o cadute di stile! Per cui, nelle righe a venire cercheremo di elencarvi le regole più importanti a cui fare attenzione. La giacca, ad esempio, va portata sempre sbottonata così come dettano gli standard imposti da Edoardo VII due secoli or sono; è sempre bene premurarsi che la vita sia sempre ben aderente se non addirittura un po’ stretta, così da formare una leggera (ma mai eccessiva) forma a clessidra. Le particolarità di un frac risiedono sostanzialmente nelle due code situate nella parte posteriore, le cosiddette tailcoat – in italiano, “code di rondine” – il cui percorso inizia poco al di sotto dei due bottoni posizionati ad altezza vita.

La perfetta giacca di un frac comprende due file da tre bottoni ciascuna per lato sul fronte ed altri quattro sulla manica. I pantaloni dovranno essere dello stesso colore della giacca, per cui – a meno che non si voglia davvero osare – il nero rimane la scelta principale, con una o due strisce di raso a scende lungo le gambe; generalmente non ci sono i passanti per una cintura, perchè con il frac si dovrebbero utilizzare delle bretelle (le quali saranno sempre, di norma, ben coperte dalla giacca o da un gilet). Non compie comunque alcun crimine chi volesse reggere i pantaloni con una cintura: l’importante è che sia discreta e non eccessivamente vistosa!

Gli accessori perfetti e più eleganti da abbinare con un frac

Per vestire il frac nel migliore dei modi, l’abito in sé non è certo sufficiente: l’eleganza e lo stile si possono e si devono completare con tutta una serie di accessori e tocchi di classe; l’unico obbligo è quello di indossare un gilet (o ancor meglio, un panciotto vintage) sotto alla giacca, possibilmente dal taglio svasato. Per quanto riguarda la camicia non ci sono vincoli di sorta, ma con un frac nero il codice ne vorrebbe un modello bianco, affinché crei un accostamento nobile e di alto contrasto. Il resto sta alla fantasia e alle idee di chi desidera portare un frac con gran classe: abbiamo già parlato in precedenza degli abbinamenti relativi a cravatte e papillon, ad esempio, così come degli orologi a taschino: con un accessorio del genere, il vostro aspetto d’altri tempi di può tranquillamente definire perfetto!

Altri complementi che si possono abbinare a un frac per avere un outfit davvero vintage potrebbero essere un cappello (magari un cilindro di seta nera) oppure dei guanti bianchi lunghi fino al polso; un vero dandy, infine, non può esimersi dal completare il proprio eccentrico look d’altri tempi con un bastone da passeggio oppure con una mantellina nera, proprio come si usava nelle serate di gala nei secoli scorsi. Per abbellire la vostra giacca, infine, potete aggiungere al tutto un piccolo fazzoletto da taschino a sbuffo, oppure – a vostra scelta – un bel fiore bianco (o comunque dello stesso colore della camicia). Ci siamo quasi: se avete rispettato tutte le piccole attenzioni sopracitate, siete pronti a indossare un frac senza sfigurare… scegliete un bel paio di scarpe oxford nere lucide e indossate il vostro cappottino lungo di stile Chesterfield: una grande serata vi attende all’insegna dell’eleganza!