evoluzione del tango

L’evoluzione del tango: come è cambiato negli anni

L’evoluzione del tango argentino è lunga e complessa, infatti, ha una storia molto antica che comincia verso la fine del 1800. Da quella data ai giorni nostri, la danza argentina ha compiuto una serie di evoluzioni portate dai grandi ballerini che l’hanno forgiata passo dopo passo. In questo articolo approfondiamo come è cambiato il tango negli anni a partire dalle danze originarie africane fino al più moderno tango nuevo.

L’ evoluzione del tango: le Radici Afro-Argentine

Il tango argentino trae le sue origini dai ritmi africani; i ballerini neri provenienti dal Congo e trapiantati in Argentina furono portatori della tradizione del Candombe. Questa danza si mescolò con le influenze dei marinai cubani nel Montevideo, alla fine dell’Ottocento, ballerini dell’ habanera. Il tango, e soprattutto la milonga che lo precede, fondano, quindi, le loro radici nelle tradizioni africane e in quelle dei coloni europei; in particolare, in quegli anni nacque la danza “canyengue”, la forma più antica di tango.

Canyengue: Una Fusione di Culture

Il canyengue, derivato dall’idioma kikongo che significa “fondersi con la musica”, rappresenta una fusione unica tra la danza dell’Africa Centrale e la polka argentina. I movimenti del canyengue si svilupparono nelle zone popolari di Buenos Aires, come La Boca e San Telmo, dando vita a una danza caratterizzata da abbracci stretti, sguardi intensi e passi sensuali.

Dalla Milonga al Tango di Salón

Il tango ha subito un’evoluzione notevole nel corso degli anni, riflettendo i cambiamenti nella società, nella musica e nella sua internazionalizzazione. Fin dal 1889, la sensualità ha giocato un ruolo centrale nel tango, fungendo da pretesto per l’avvicinamento e l’unione tra i ballerini. .

Intorno al 1900, la milonga entrò in scena, nei postriboli e nelle case malfamate. Via via che diventava popolare la danza iniziò ad assumere una forma più raffinata e  si allontanò dalla sua connotazione puramente sessuale. La sensualità, tuttavia rimase la caratteristica principale e contraddistingue il tango fino ad oggi.

Tango Liso e l’Eleganza del Salón

Tra il 1905 e il 1910, comparve il “tango liso o salon”, preferito dalla parte più agiata della società. Questo stile, caratterizzato da postura eretta ed eleganza, eliminò tagli e rotture, dando spazio a movimenti più misurati.

La Maturità del Tango: Dagli Anni ’20 agli Anni ’50

Dal 1920 in poi, il tango raggiunse la sua maturità, con l’introduzione di nuovi movimenti come giros, enrosques, ganchos, e l’evoluzione dell’abbraccio e della posizione dei ballerini.

Cachafaz e l’evoluzione del tango degli Anni ’20

Una figura chiave durante questa fase fu El Cachafaz, che dominò la scena dagli anni ’20, portando il tango in viaggio negli Stati Uniti e in seguito a Parigi. Nuove figure come giros e enrosques si svilupparono, aggiungendo complessità alla danza. Un’altra importante figura in quegli anni fu El Tarila, che si fece notare sopratutto per la sua tecnica impeccabile.

L’Apice del Tango negli Anni ’40

Negli anni ’40, il tango raggiunse la sua perfezione con movimenti come picadas, voleos, e giri a destra e sinistra. La danza era caratterizzata da una posizione precisa degli arti e da passi ritmici in quattro ottavi.

Tango del Centro e Nuove Espressioni

Negli anni ’50, il tango salón subì un cambiamento, con spazi più piccoli e uno stile chiamato “milonguero”, caratterizzato da abbracci stretti e movimenti più contenuti. Tuttavia, alcuni maestri, come Antonio Todaro, sperimentarono stili più aperti come il “tango fantasia”, introducendo nuovi movimenti creativi.

Tango Nuevo: La Rivoluzione degli Anni ’90

Negli anni ’90, a Buenos Aires, nacque il Tango Nuevo, una metodologia didattica che consentiva ai ballerini di costruire il proprio stile, slegandosi dalle figure tradizionali. Gustavo Naveira e Fabian Salas furono pionieri di questo movimento, introducendo concetti come la “soltada”, che prevede la temporanea separazione fisica tra i ballerini.

Oggi, il Tango Nuevo continua a influenzare la scena, con esponenti come Naveira, Salas e Mariano Chicho Frumboli che portano avanti l’eredità di questa evoluzione continua del tango argentino. La danza, nata dalle tradizioni africane e mescolatasi con influenze europee, continua a ispirare e coinvolgere ballerini di tutto il mondo.

Vuoi lanciarti anche tu nel meraviglioso mondo del tango? Allora entra in pista con le scarpe giuste; dai subito un’occhiata al nostro shop Millelire per beneficiare della nostra mitica offerta lancio sulle scarpe da tango!