country music

Cos’è la musica country e perché ha influenzato il rock anni 50

La musica country, nota anche come country music, hillibilly o country-western, affonda le sue radici nel sud degli Stati Uniti. È un genere spesso identificato come una forma musicale a sé stante che ha plasmato la cultura sonora americana. In questo articolo scopriamo come il country abbia influito anche nel rock’ n roll e quanto il rock abbia contribuito a generare nuovi filoni della country music.

Le Origini della musica country: Una Fusione di Tradizioni

L’evoluzione della country music è il risultato dell’influenza di varie forme musicali popolari, tra cui la musica tradizionale del sud, con il suo distintivo suono di violino e banjo noto come Old Time Music. I primi canti folk americani provenivano dai tradizionali duetti formati da fratelli e famigliari; queste prime tradizioni hanno contribuito a creare un affascinante connubio di chitarre, mandolini e affinità vocali specifiche che hanno forgiato il suono tipico della musica popolare americana.

Tutto parte però dalla musica folk degli immigrati anglo-irlandesi che portarono in America i loro ritmi e i loro balli tradizionali, costruendo un ricco panorama musicale popolare, frutto di influenze e ibridazioni.

Le Radici Montane

La musica country ha le sue radici nelle vaste regioni montuose degli Appalachi, principalmente negli stati della Virginia, del Kentucky, del Tennessee e della Georgia. La popolazione rurale di queste aree discende da immigrati europei, che hanno portato con sé la ricca tradizione musicale con ballate suonate alla chitarra, al mandolino e al violino, noto anche come fiddle.

L’influenza Africana: Il Genere Minstrel e il Blues

Le tradizioni europee si sono intrecciate con quelle degli schiavi africani, che nel XIX secolo hanno sviluppato uno stile noto come “genere Minstrel”. Questi canti quotidiani, che contenevano elementi di blues, hanno profondamente influenzato la musica country, introducendo lo strumento emblematico del banjo.

L’Esplorazione Discografica e la Nascita del Country

Negli anni ’20, le case discografiche hanno iniziato ad esplorare il mercato della musica popolare. La prima registrazione di musica country avvenne il 19 giugno 1923, ad Atlanta, con il virtuoso del violino Fiddlin’ John Carson. Tuttavia, la vera esplosione avvenne grazie alla leggendaria band country, la Carter Family, che in soli tre anni vendette 300mila dischi.

L’Influenza Radiofonica

La radio svolse un ruolo determinante nell’esplosione della musica country. Stazioni radio nelle città del centro e del sud degli Stati Uniti riconobbero il suo straordinario appeal e nel 1925 nacque il Grand Ole Opry a Nashville, uno spettacolo che trasmetteva esibizioni dal vivo dei migliori artisti country dell’epoca.

Popolarità Nazionale

Negli anni ’30 e ’40, la musica country divenne popolare in tutto il Paese, dando voce alle persone impoverite durante la Grande depressione. Il termine “country” sostituì denominazioni precedenti come mountain music o hillbilly music, conferendo al genere una nuova rispettabilità.

Il Suono Inconfondibile

La musica country è caratterizzata dalle classiche string band, complessi formati da musicisti con strumenti a corda come chitarra, banjo e violino. Questi strumenti creano il suono inconfondibile di questo genere, accompagnato dalla tipica cantata vocale che rende la musica country unica e indimenticabile.

I Principali Filoni Artistici

Il genere country abbraccia molteplici filoni artistici, tra cui il vibrante bluegrass, caratterizzato dal classico ritmo boom-chick e da assoli veloci di mandolino, banjo e violino. La musica western, con le sue tradizionali ballate, offre un altro aspetto affascinante della musica country.

L’Incredibile Connubio Tra Country e Rock ‘n’ Roll

Fin dagli anni ’30, le radici della musica country iniziarono a intrecciarsi con l’allora nascente primo rock ‘n’ roll. Registrazioni country dell’epoca già presentavano elementi che sarebbero diventati distintivi del futuro genere rock. Un esempio tangibile di questa fusione è rappresentato dallo sviluppo del rockabilly, un genere che unì il country al jazz, integrando influenze della musica tradizionale folk degli Appalachi e del gospel.

L’Evolution del Rock ‘n’ Roll

Nei primi anni di questa musica, il pianoforte e il sassofono dominavano la scena, ma con il passare del tempo, vennero gradualmente sostituiti dalle chitarre elettriche. Il ritmo caratteristico era essenzialmente boogie-woogie, con un marcato backbeat, spesso fornito da un rullante. Le radici dell’origine del Rock ‘n’ Roll affondano nelle influenze della “Race music” e della musica hillbilly, successivamente denominate rispettivamente rhythm and blues e country, tra gli anni ’40 e ’50.

Le Diverse Influenze

La genesi del Rock ‘n’ Roll è il risultato di una miscela di influenze provenienti da jazz, blues, boogie woogie, country, folk e gospel. Gli studiosi possono divergere nei loro punti di vista su quali di queste forme siano state più cruciali e su come questa nuova musica abbia modificato il panorama afroamericano. Uno degli esponenti più noti di questa fusione è stato Elvis Presley, riconosciuto soprattutto per il suo contributo al rock and roll, ma anche profondamente ispirato dalla musica gospel e country.

La Trasformazione Negli Anni Novanta

Negli anni ’90, la musica country ha vissuto una trasformazione significativa, influenzata dalla crescente popolarità dei balli legati al genere, in particolare i balli in linea. Queste danze di gruppo, diversamente dalla tradizionale coppia, hanno contribuito a mantenere vivo il legame della musica country con le sue radici e la sua terra.

L’Emergenza del “Country Alternativo”

Durante gli anni ’90, è emerso un nuovo sottogenere noto come “country alternativo” o “country neo-tradizionale”. Esso è stato eseguito principalmente da musicisti più giovani, ispirandosi sia al country tradizionale che a correnti più reazionarie. Questo genere ha preso in prestito sonorità dal rock e dal punk, creando una miscela eclettica e rivoluzionaria che ha contribuito a mantenere viva la vitalità della musica country.

In conclusione, la musica country non è solo un genere musicale isolato; è un viaggio che abbraccia e influenza altri stili, come il rock ‘n’ roll. L’incredibile connubio tra il country e il Rock ‘n’ Roll ha generato un impatto duraturo sulla scena musicale, dimostrando che la musica è un linguaggio in continua evoluzione che sa adattarsi e reinventarsi nel corso del tempo.